Temi

Il congresso regionale di Articolo 1

 

Si terrà lunedì 11 aprile, con inizio alle ore 17, nella casa del popolo di Casa del Diavolo il congresso regionale umbro di Articolo 1, la formazione politica cui hanno dato vita nel 2017 i fuoriusciti dal Pd insieme a Pier Luigi Bersani, Massimo D’Alema e Roberto Speranza, entrati in rotta di collisione con l’allora segretario del partito, Matteo Renzi. E il fatto che ci sia un partito che discute al suo interno e si confronta sulla base di documenti, è già di per sé una notizia, in tempi in cui la politica pare più appesa ai tweet che alle discussioni de visu.

Il congresso regionale si tiene in vista di quello nazionale che si svolgerà il 23 e 24 aprile prossimi a Roma. Nel frattempo, anche in Umbria si è avviata la discussione sulla mozione “È il tempo della sinistra”, documento presentato dal segretario nazionale Roberto Speranza.

Il documento che farà da base per il congresso è quindi unico, ma «ciò non si confonda – dicono da Articolo Uno – con una mancanza di democrazia; la democrazia non è solo competizione, conflitto tra differenti orientamenti. La democrazia è anche e soprattutto confronto, approfondimento, valorizzazione -nel nostro caso – di una comunità politica che non ha bisogno di “contarsi” per svolgere un congresso».

Il confronto locale sarà dedicato in massima parte ai contenuti della mozione nazionale, e solo dopo lo svolgimento delle assise nazionali si indiranno nuove assemblee sia per discutere il progetto politico di Articolo Uno su scala regionale, sia per comporre gli organismi dirigenti di partito, fatta eccezione per la direzione nazionale, che sarà eletta in seno al congresso nazionale.

Quello di lunedì 11 aprile, concludono da Articolo Uno, «sarà un incontro aperto non solo alle forze politiche di tutto il centrosinistra, ma anche a personalità del sindacato, dell’associazionismo culturale, del terzo settore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.