Immagine Commenti

L’obbedienza come metodo

Simone Gobbi Sabini

A Bandecchi si può imputare di tutto, ma non di non essere rimasto fedele a se stesso, o meglio alla caricatura di e stesso, al suo essere super uomo, fatto di superlativi assoluti diffusi e contrastanti, di sputi, di schiaffi promessi, di culi guardati, di corpi femminili da trombare. Insomma un capo indiscusso e indiscutibile, […]

Immagine Commenti

Le etichette e la realtà

Fabrizio Marcucci

Un primo verdetto le elezioni comunali di Perugia l’hanno espresso. Riguarda la divergenza tra il modo in cui molti opinionisti, commentatori, osservatori e osservatrici descrivono fenomeni e opinione pubblica e come la stessa opinione pubblica si esprime poi nella realtà. Per settimane su diversi organi di informazione ha tenuto banco la questione del presunto estremismo […]

Immagine Commenti

Il nodo elettorale

Pietro Floris

Questa campagna elettorale per le elezioni comunali della città di Perugia ha portato al centro dell’attenzione dei cittadini l’annosa questione del Nodo di Perugia, del Nodino per l’esattezza perchè l’unico progetto che attende i finanziamenti è questo. Non che questo argomento non fosse già sotto i riflettori, ma la forza con cui il centrodestra attraverso […]

Immagine Commenti

A Nord est prevale la logica dell’ombelico

Simone Gobbi Sabini

In questa tornata elettorale, non risparmiata dalla concreta minaccia di un astensionismo crescente che unisce il rifiuto qualificato a sottrarsi all’esercizio delle urne per povertà di proposta politica alla logica asfittica del tuttuougualismo pregiudiziale, volgendo lo sguardo al panorama locale umbro quello che colpisce è l’anomalia rappresentata da Gubbio e Gualdo. Certo, preoccuparsi delle piccole […]

Immagine Commenti

Domenica a San Francesco al Prato

Simone Gobbi Sabini

Il sole splende su San Francesco al Prato, accompagnato, come da abusata tradizione, da quel vento che al di là di ogni spicciolo campanilismo potrebbe essere denominato più che tramontana, scirocco o maestrale, come il vento di via dei Priori. Nell’arrivare, sospinti appunto dal vento di via dei Priori e scaldati da un sole simbolico […]

Immagine Commenti

Scrivi Giorgia, leggi Viktor

Simone Gobbi Sabini

Tra i comandamenti della comunicazione politica che Silvio Berlusconi ha lasciato in eredità ai suoi, senza peraltro risparmiare gli altri, sicuramente la vicinanza del candidato all’elettore, o meglio l’intimità tra candidato ed elettore è un pilastro inamovibile, una certezza incrollabile che permette a chi meglio la interpreta di primeggiare nella competizione. Se Silvio era l’unto […]

Immagine Commenti

Loro, i custodi del bene

Simone Gobbi Sabini

Serviva la prima donna presidente del Consiglio per rivitalizzare una dormiente e mai morta caccia alle streghe che rientra a pieno titolo in quell’idea di deterrenza a trecentosessanta gradi architrave, non meramente propagandistico, della destra al governo. Per loro l’autonomia di un corpo, che comprende la libertà di una mente, è altamente pericolosa e secondo […]

Immagine Commenti

Quello che serve ai quartieri

Antonietta Alonge

Riceviamo e pubblichiamo questo contributo da Antonietta Alonge, candidata al consiglio comunale nell’Alleanza Verdi-sinistra ed ex presidente dell’associazione Borgo Bello Alcuni giorni fa sono state presentate dagli assessori Gianluca Tuteri e Gabriele Giottoli le date della nuova edizione di “Perugia & friends”, che cadranno durante la campagna elettorale. La coalizione di centrosinistra che sostiene Vittoria […]

Immagine Commenti

Vittoria e Margherita, presente e futuro

Simone Gobbi Sabini

Che fai Vittoria vuoi fermare il futuro? No Margherita, cambiamo il presente! Fino a ora nell’avvincente campagna elettorale per la poltrona di sindaca della città di Perugia, restando agli slogan su cui le due candidate hanno deciso di scommettere e che dovranno sostanziare gli eventuali cinque anni di governo, si può notare come dalla parte […]

Immagine Commenti

Per non fermare il futuro occorre cambiare il presente

Simone Gobbi Sabini

In uno stato permanente di guerra latente e guerreggiata, dronica o di trincea, di incursione brutale o di vendetta spietata, riuscire a distinguere le differenze tra democrazie e autocrazie risulta impresa ardua. Non a caso nel grottesco paradossale che tende a investire il sistema mondo si può notare come nelle lande (reali e presunte, storiche […]